Потребителски вход

Запомни ме | Регистрация
Постинг
22.12.2008 15:01 - THE LEGEND...
Автор: kleiber Категория: Музика   
Прочетен: 7975 Коментари: 2 Гласове:
1

Последна промяна: 15.07.2009 08:12


The Legend in His own Time - Carlos Kleiber (1930-2004).
(see video)


 In Ricordo di Carlos Kleiber  by Clemens Hellberg

Il 13 luglio 2004, la morte di Carlos Kleiber segnт la chiusura definitiva di un affascinante capitolo nella storia della nostra orchestra, capitolo che purtroppo si era concluso giа parecchio tempo prima. Kleiber aveva diretto per l"ultima volta un concerto della stagione filarmonica il 15 e 16 maggio 1993; il 20 gennaio 1994 era salito sul nostro podio per l"ultima volta, in occasione del 53° ballo dei Wiener Philarmoniker; infine, l"abbiamo visto ancora, ma solo in una produzione operistica: a maggio e a ottobre del 1994 condusse in totale nove rappresentazioni del “Rosenkavalier”, rispettivamente a Vienna e a Tokyo.

Il conto delle collaborazioni и presto fatto: tra il 19 ottobre 1974 (Bratislava) e il 16 maggio 1993 diresse 26 concerti, di cui 8 concerti della stagione e 2 concerti di Capodanno (1989, 1992), e poi 5 repliche della nostra prima, e fino adesso, unica tournйe messicana nell"aprile 1981. Inaugurт per tre volte il ballo della Filarmonica (1975, 1980, 1994) e animт la cornice musicale di una presentazione letteraria, di cui ci occuperemo in seguito in maggior dettaglio. In aggiunta, ci sono le registrazioni in studio: la Quinta e Settima sinfonia di Ludwig Van Beethoven, la “Terza” e l" “Incompiuta” di Franz Schubert, e la Quarta di Johannes Brahms. Tra ottobre del 1973 e maggio del 1994 diresse 18 rappresentazioni alla Staatsoper ("Tristan und Isolde", "Carmen", "La Bohиme", "Der Rosenkavalier") e infine 6 serate nella tournйe giapponese della Staatsoper dell"ottobre 1994.

Il conto и, come detto, presto fatto. Quale contrasto, perт, tra un conteggio cosм misero e l"esperienza straordinaria, che ogni collaborazione con questo geniale interprete comportava: 26 concerti sono un numero ben marginale, nella storia della nostra associazione, che ne conta giа quasi 7000. Ma quell"universo musicale, che Carlos Kleiber riusciva ad aprire ad ogni suo concerto, la sensazione di essere portati con lui, non solo ai propri limiti, ma ben al di lа di essi, rimarranno esperienze indimenticabili per tutti coloro che hanno avuto l"occasione di condividerle.

La relazione tra il direttore e la nostra orchestra conobbe alti e bassi, in maniera estrema. I concerti di Capodanno del 1989 e del 1992 furono momenti felici per lui, ma ne declinт ogni successiva proposta. Nel maggio 1993 “Heldenlebe” fu una dimostrazione unica della sua affinitа con Richard Strauss, che ebbe occasione di conoscere da giovane (una esperienza che gli rimase impressa, di cui parlava spesso in privato), ma rifiutт di renderne pubblica la registrazione. E all"euforia di quei cinque concerti a Guanajato e Mexico City, che sembravano aver risanato il rapporto critico con l"orchestra, si contrappose la rottura totale, quando nel dicembre 1982, proprio prima dell"ultima prova per un concerto della stagione filarmonica, se ne andт sbattendo la porta e lasciando l"orchestra a se stessa.
Nella figura ritmica principale del secondo movimento della Quarta di Beethoven, gli orchestrali avrebbero dovuto rendere il suono del nome dell" “immortale amata” di Beethoven, ma faticavano a raggiungere il risultato voluto. “Voi non suonate “Therese”, ma sempre e solo “Marie”” esplose, e in questo sfogo si manifestava la totale disperazione di un artista, che cerca di oltrepassare i limiti e in questa ricerca si vede sconfitto.


La sua personalitа era piena di contraddizioni. Da una parte, alle prove, ci si doveva sempre aspettare la catastrofe, la rottura; dall"altra, lontano dai momenti di furia, era sempre disponibile con ogni musicista, anche per colloqui privati. Nella vita di tutti i giorni, era di un affetto devoto, riservato sм, ma sempre profondamente sentito. Aveva un repertorio molto vasto e conosceva quasi tutta la letteratura musicale mondiale, ma nei suoi concerti si limitava a pochi lavori operistici e orchestrali. Le sue pretese artistiche erano infinite, ma dimostrava una totale comprensione, se queste potevano causare ai musicisti nervosismo o stanchezza fisica; la sua furia non conosceva limiti e non si fermava di fronte a nessuno – ma il suo rapporto con i bambini era di un amore, di una comprensione, di una tenerezza, tale da rendere questi incontri fra i momenti piщ preziosi nelle sue relazioni.

Vorrei concludere con un ricordo personale. Quando nel 1992 Werner Resel e Walter Blovskij, all"epoca presidente e direttore della nostra orchestra, chiesero a Carlos Kleiber di condurre la parte musicale per la presentazione del mio libro “Democrazia dei Re”, commissionatomi dalla Filarmonica in occasione del suo 150esimo anniversario, il Maestro accettт subito con un “Lo faccio, ma ne voglio una copia!” e andт a Vienna, per dirigere il 14 novembre nella Goldener Saal, senza cachet, l"ouverture delle “Allegre Comari di Windsor” di Otto Nicolai e “Unter Donner und Blitz” di Johannes Strauss: una prova inconfutabile della stima per la nostra orchestra, della considerazione per il lavoro svolto insieme e anche per le relazioni personali che vi aveva intrattenuto. E tuttavia rifuggiva qualsiasi visita, di chi lo voleva riportare indietro: la visita che concesse generosamente all"archivista dell"Archivio Storico e degli Autori, la negт invece al successivo presidente, lasciandoci una tristezza, che non finirа mai..

Su di questa, perт, ha prevalso una profonda riconoscenza – sentimento che dovrebbe valere anche per quei suoi numerosissimi ammiratori in tutto il mondo, che avrebbero voluto vederlo condurre molti piщ concerti e opere. E" riuscito a raggiungere e a cogliere le stelle per noi tutti e anche quando non и arrivato fino a tanto, ci ha comunque provato che esistono veramente...


Claudio Giombi ricorda Carlos Kleiber - Testimonianza inedita per Audioforum e l"Etа dell"Opera   Gli inestimabili Gianguido Mussomeli, fondatore insieme alla sottoscritta di Audioforum e Iorio Zennaro, fondatore del gruppo "L"Etа dell"Opera" hanno chiesto *appositamente* una testimonianza sul grandissimo Maestro Carlos Kleiber a Claudio Giombi, baritono da ruoli di carattere, che ha cantato 30 anni alla Scala sotto la direzione di piщ grandi maestri.
Trovate l"articolo anche nel blog di Gianguido Mussomeli http://mozart2006.splinder.com/

Ancora una testimonianza riguardante Carlos Kleiber. Alla notizia della sua morte Claudio Giombi, grande caratterista triestino, che ha lavorato con tutti i piщ grandi direttori della sua epoca, scriveva questo ricordo del suo lavoro con il maestro.
Si tratta di un documento di altissimo interesse, e ringrazio Claudio Giombi per avermi autorizzato a pubblicarlo qui.

Ho appreso dai giornali, la morte del maestro Carlos Kleiber.
Due pagine intere del Corriere della Sera gli sono state dedicate. Da molti и ritenuto il piщ “grande” direttore d’orchestra del mondo.
Vittima del successo paterno, pure lui, famoso direttore d’orchestra, si era sentito dire spesso dal genitore: “ Tu non sei nй sarai mai, un buon musicista, non arriverai nemmeno a scalfirmi con la tua bacchetta”.
La sua morte mi ha rattristato molto. In cuor mio sognavo di ritrovarlo ancora in una Bohиme, per riprovare quelle emozioni che soltanto lui sapeva darmi. L’ultima volta fu in Giappone, per la recita straordinaria di commiato, a Yokohama, con la tournй della Scala di Milano. Era stata straordinaria e aveva superato tutte le altre. Mentre ritornavamo insieme verso i camerini, Kleiber mi sussurrт: “Giombi, la nostra ultima Bohиme…”
Mi sentii mancare, conoscevo la sua suscettibilitа: “Maestro, ho sbagliato qualcosa?”
Lui mi guardт come un bambino ferito…”No, assolutamente, lei и stato grande come sempre”. Dopo una lunga pausa: “Io non dirigerт piщ quest’opera, perchй non potrei farlo mai, meglio di questa sera”.
Fu di parola e non ci rivedemmo piщ.
Sono stato tentato piщ volte, di scrivergli o telefonargli. Per molte cose mi ricordava la Pittoni e sapevo che nonostante avesse il mondo del teatro ai suoi piedi, non era felice. Aveva sempre paura di sbagliare.
Il nostro primo incontro avvenne alla Scala con le riprese della Bohиme, lo stesso allestimento di Zeffirelli, che giа conoscevo. Credo sapesse che l’avevo eseguita con Karajan, perchй quando si rivolse a me, per spiegarmi certi suoi effetti, era impacciato e non riuscivo a capire cosa volesse. Quando cominciava e avveniva subito, a sentirsi incompreso, s’ innervosiva e allora iniziavano i guai.
“Guardi, Maestro, questa frase la posso eseguire in modi diversi, ascolti…”
Gli proposi tutto un campionario d’interpretazioni. Lui cominciт a rilassarsi e sorridere.
“Va bene, Giombi, ho capito, quando saremo sul palcoscenico l’ esegua come sentirа di farlo”.
Alla fine della sua tirata sulle donne, Benoit dice: “….e son piene di doglie, per esempio, mio moglie!”. Puccini ha scritto un fortissimo in battere dell’orchestra sulla parola “moglie” che cosм sparisce. Molti direttori, compreso Karajan, aspettano il completamento della frase e vanno con l’attacco dell’orchestra subito dopo. Ma Kleiber voleva eseguirlo come scritto. Ogni sera, prima d’iniziare, veniva nel mio camerino a supplicarmi: “Giombi, la prego urli “mia moglie!”
Ed io: “Farт del mio meglio, ma con le mogli non serve urlare….”
E se ne usciva ridendo.
Fu lui a volermi ad ogni costo al Metropolitana di New York, con Pavarotti e la Freni.
Negli Stati Uniti i ruoli di comprimario non possono essere assegnati ad artisti non iscritti al sindacato nazionale. I due grandi caratteristi italiani stabili di quel teatro erano Italo Tajo e Renato Capecchi, due star del firmamento lirico. Ma Kleiber riuscм a spuntarla e mi dissero che minacciт di non dirigere l’opera se non c’ero io.
Per giustificare meglio al sindacato la mia posizione, mi affidarono entrambi i ruoli di Benoit e Alcindoro, come era previsto al tempo di Puccini. Poi il sindacalismo impose: “Ogni ruolo, un interprete diverso”.
Kleiber fu lietissimo della scelta e una sera alla fine del secondo atto, che lui dirigeva
saltando sul podio, come un bambino, mi si avvicinт..:
“Giombi dov’era…?”
”Sul palcoscenico Maestro, non mi ha visto?” . Era diventato il nostro gioco quello dei malintesi…”Perchй non mi ha mai detto che fa pure Alcindoro? Glielo avrei fatto fare anche alla Scala”.
“ Impossibile Maestro, il sindacalismo italiano non и flessibile come l’ americano, non lo permetterebbero mai. Quando si tratta di porre ostacoli ad un artista ci riescono sempre, non altrettanto quando si tratta di tutelare i suoi diritti….”
Lo vidi pensieroso e ci salutammo.

Due anni dopo riprendemmo l’allestimento alla Scala, per la nuova tournйe in Giappone. Il direttore artistico era Cesare Mazzonis, un vero gentiluomo dopo Grassi, mi fermт in platea, durante una prova:
“Il maestro Kleiber minaccia d’andarsene per colpa sua…”
“Cooosa“,dissi terrorizzato.
“Vuole che lei faccia entrambi i ruoli come al Metropolitan, ma gli abbiamo spiegato che in Italia и sindacalmente impossibile, c’и una legge a proposito. Siamo perт arrivati ad un compromesso, qui lei fa Benoit, mentre in Giappone farа entrambi i ruoli, d’accordo?”. Poi ne feci tre, anche una delle guardie nel terzo atto.
Andai in scena senza nessuna prova e per educazione, mi recai in camerino del Maestro a chiedergli se ero andato bene.
“Nel quarto atto lei non c’era…” mi disse con tono severo fissandomi con i suoi occhi di ghiaccio.
“Nel quarto atto non c’и nessun ruolo per me, Puccini non ci ha pensato…”risposi.
Con un grande sorriso Kleiber mi abbracciт, sussurrandomi all’orecchio:
“Peccato!”

Claudio Giombi




Тагове:   Kleiber,


Гласувай:
1
0



1. kleiber - 2010
06.12.2009 10:54
On 2010, we celebrate two Anniversaries:
July 3rd - 80 years of Carlos Kleiber's Birth;
August 5th - 120 years of Erich Kleiber's Birth.
цитирай
2. kleiber - Making copies for non-commercial use is permitted
01.01.2010 11:47
Making copies for non-commercial use is permitted
цитирай
Вашето мнение
За да оставите коментар, моля влезте с вашето потребителско име и парола.
Търсене

За този блог
Автор: kleiber
Категория: Музика
Прочетен: 458386
Постинги: 71
Коментари: 86
Гласове: 42
Архив
Календар
«  Януари, 2021  
ПВСЧПСН
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031